Attualmente stiamo bloccando l’espansione della più grande miniera di lignite a cielo aperto in Europa occidentale con piattaforme sugli alberi e barricate attraverso la Foresta di Hambach. Dopo l’ultimo sgombero il 27 marzo 2014 abbiamo ri-occupato la foresta, questa volta costruendo non una ma due sedi separate sugli alberi con più piattaforme, case sugli alberi, stradine nel mezzo e barricate in tutta la foresta.

Al momento ci troviamo di fronte ad una intrusione regolare dell’applicazione della legge repressiva che distrugge le nostre strutture a terra e abbiamo già affrontato due sgomberi su larga scala da parte di squadre tattiche che costano milioni di euro, mentre allo stesso tempo la Germania con il suo immeritato status internazionale di eco-consapevoleza sta compensando l’arresto delle centrali nucleari con il supporto all’industria carboniera, che è estremamente inquinante ed ecologicamente catastrofica (nel nostro caso la società elettrica RWE, che è impegnata in massicce campagne promozionali di green washing). Mentre allo stesso tempo misure di austerità sono impiegate per tagliare la ricerca e lo sviluppo di energie sostenibili.

Per affrontare questi problemi stiamo contribuendo ad organizzare quest’anno un Climate Camp nelle nostre vicinanze in una città fantasma della miniera di carbone di Borsechemich (una surreale tela bianca per tutti i tipi di azioni urbane). Si svolgerà dal 26 luglio al 3 agosto con una giornata di azione il 1 ° agosto. Il Climate Camp sarà seguito dalla raccolta di condivisioni di esperienze nella nostra occupazione nella foresta per sostenere il Meadow Camp che contiene una cucina vegana, guest house di balle di paglia e roulotte, giardini e vari eco progetti. Si tratta di un campo con il permesso proprietario e, quindi, costituisce uno spazio sicuro durante le intrusioni della polizia nella foresta. L’ultima aggiunta è un info point-biblioteca per il quale e per il Climate Camp e per la raccolta di condivisione di competenze vorremmo lanciare un grido fuori per uno scambio di materiale bibliografico con altre lotte e occupazioni.

Il nostro indirizzo è:
Meadow Camp InfoPoint Library
Kallsgasse 20
52355 Düren

Si prega di inserire un indirizzo di posta e noi risponderemo con i nostri manifesti e adesivi.

Attualmente vi è un senso di accresciuta urgenza anche se la foresta è stata occupata da due anni, adesso c’è una nuova autostrada pronta per l’apertura nel mese di settembre che bypassa quella che ci separa dalla miniera permettendo alla miniera di espandersi e di perforare e alle miniere a cielo aperto di espandersi sull’ultimo residuo della foresta. Ci aspettiamo che sia questo il momento di azioni di polizia di massa. Per questo motivo è mega importante sia far uscire la voce, che mantenere le persone coinvolte, ispirate e in pista sull’importanza e il contesto della lotta.

In solidarietà,

http://hambachforest.blogsport.de/