Dal giornalaccio Repubblica:

“Il fatto non sussiste”. Con questa formula il tribunale di Bologna ha assolto i 21 anarchici del centro di documentazione Fuoriluogo accusati di associazione per delinquere finalizzata all’imbrattamento, al lancio di fumogeni e ad altri reati minori.
Gli imputati, tutti presenti in un’aula affollata, hanno salutato con applausi e grida di gioia, la lettura del dispositivo. Poi gli anarchici si sono diretti per far festa in piazza Maggiore, dove era in corso un presidio di solidarietà nei loro confronti di un centinaio di persone.