Archive for Novembre 10th, 2013

Dopo l’arresto di massa che ci fu in settembre durante lo svolgimento della manifestazione antifascista contro l’EDL,(http://anarchicipistoiesi.noblogs.org/post/2013/10/05/aggiornamento-dopo-larresto-in-massa-della-manifestazione-antifa-del-7-settembre-londra/) ci sono delle novità: Gran parte dell’accusa di arresto, in attesa di interrogatori malsani e del processo, è crollata per insufficienza di prove , e a quel che dicono gli avvocati del gruppo di solidarietà anarchista ” Black and green cross” , tutto il mega arresto non è stato altro che un azione per placare la forza antifa e far proseguire quella razzista del gruppo nazionalista EDL (English Defence Legue) e  anche quella di schedare un bel pò di compagni anarchici e antagonisti..Cmq se gran parte delle 360 persone è decaduta l’accusa( anche se ancora non è definitiva – si dice che ci sia ancora in corso la visione di un infinità di filmati delle varie telecamere della zona degli arresti da parte della questura londinese )  e quindi probabilmente non saranno processate in seguito,tanti altri compagni con precedenti son in attesa d’interrogatorio in gennaio.
In attesa di altre (speriamo) buone  novità ..Solidarietà a tutti i compagni repressi dagli sbirri merdosi!

Brezza Notturna

545066_419324794777273_1525033132_n

Sabato 9 novembre ,  famigerati fascisti e neonazisti hanno lanciato una manifestazione a sostegno del gruppo di solidarietà dei prigionieri del partito neonazista Golden Dawn, all’ambasciata greca di Londra.

Oltre 40 militanti del AFN hanno risposto con  un’azione coordinata per inviare un messaggio forte e chiaro ai partecipanti della dimostrazione  neo- nazista e razzista , che non sono mai e non saranno mai ben accolti. I fascisti son stati avvisati dentro al pub prima della manifestazione. Non uno dei 12 fascisti hanno detto una parola , nessun slogan del tipo “smashing the reds” , invece il senso di paura a taglio era  sui loro volti. Con questo messaggio si spera di  fare impressione far dissuadere i fascisti più giovani . I fascisti più giovani sono stati portati  fuori dal pub e accompagnati  sui treni da parte di militanti Antifa con un  gran vaffanculo .

I fascisti rimanenti da buon codardi hanno reclamato la presenza di sbirri al pub, per farsi scortare fuori dal pub .Non riuscendoci  hanno finito per prendere un taxi per l’ambasciata .

La nostra idea è stata quella di non partecipare alla contro manifestazione , ma quella di usare una tattica differente .La manifestazione fastista era ben protetta e organizzata dagli sbirri in modo che qualsiasi protesta venisse arginata. Situazioni diverse richiedono tattiche diverse .

Dopo l’azione , sequestrati Bandiere della Golden Dawn sono state bruciate . Noi diamo la nostra totale solidarietà ai nostri fratelli della classe operaia e sorelle in Grecia , i molti migranti che sono in lotta contro il razzismo e il fascismo e per il nostro Pavlos fratello che è stato ucciso da membri della Golden Dawn .

Londra – sempre puntuale anti- fascisst !

135-blurred2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Traduzione dal sito: http://actforfree.nostate.net/?p=15516

Nella sera di sabato 9 novembre due ragazzi e una ragazza, che si trovavano a passare da piazza della Repubblica, riconosciuti come antifascisti, sono stati aggrediti da un gruppo di neofascisti che gli si sono scagliati contro in una decina gettandoli a terra prendendoli a calci.
Sappiamo che al bar “le Giubbe Rosse”, locale non nuovo a ospitare iniziative neofasciste, era appena terminata un’iniziativa di Casa Pound Firenze.
Nella piazza erano presenti diversi agenti della Digos che sono intervenuti quando il pestaggio era ormai finito, hanno così identificato e portato in Questura solo gli aggrediti e “stranamente” lasciato andar via gli aggressori.

Diciamo questo, non tanto per ricercare un giustizialismo che non ci appartiene, ma per evidenziare per l’ennesima volta le collusioni e la copertura di cui godono i fascisti.
Le forze dell’ordine sono sempre attente quando i fascisti sono in difficoltà e in inferiorità, blindano le loro sedi quando scendono in piazza gli antifascisti, sono solerti e “precisi” nelle indagini a carico dei compagni, ma quando la situazione lo richiede allentano le maglie, le indagini portano in un vicolo cieco come per “l’inchiesta Casseri” e addirittura lasciano che si consumino pestaggi davanti ai loro occhi come in questo caso.

Ad un mese dal secondo anniversario della strage fascista di piazza Dalmazia effettuata da Casseri, esponente di Casa Pound Pistoia, le cui connivenze con la locale Questura sono state ampiamente documentate, la violenza fascista agisce di nuovo in questa città.
Questo non è più tollerabile!
In una fase di crisi strutturale come quella che stiamo attraversando non è possibile non rendersi conto del perché i fascisti vengano ancora una volta sostenuti e appoggiati dalle istituzioni dello Stato: ciò che accade in Grecia con Alba Dorata dovrebbe insegnarci qualcosa!

Esprimendo la massima solidarietà ai compagni aggrediti, invitiamo tutte le realtà del territorio e non solo, tutti coloro che si riconoscono nei valori e nella pratica dell’antifascismo a fare altrettanto e prepararsi alla mobilitazione di cui comunicheremo le modalità nei prossimi giorni.

Firenze Antifascista